Via degli Ometti + Varianti

relazione-ometti
Una sintetica mappa della via

Nel versante Ovest del Cornetto esiste una via davvero molto suggestiva e varia, soprattutto se si fa con le varianti. Si inizia da un camino profondo, per poi affrontare una placca aperta, quindi una serie di camini/diedro verticali e il meraviglioso pilastro finale.

La via è stata aperta da Arturo Franco Castagna e compagni nel 1995. Nel 1998 Alberto Peruffo ha aperto le due varianti. Dopo 18 anni Alberto è ritornato a ripetere la via –  con le varianti – accompagnato dal figlio Giacomo.

dscn1042
Giacomo Peruffo impegnato sul Pilastro Meraviglioso, autunno 2016

Quelle che seguono sono le loro foto (autunno 2016) con avvicinamento sul bellissimo Sentiero degli Onari che parte poco sotto la Forcella Nord Ovest, salendo da Malga Boffetal. Usciti dalla sesta galleria, dopo il secondo passaggio su corde attrezzate (corrimano), oltrepassato una caratteristica sella, in corrispondenza di un muretto a secco inizia il sentierino d’attacco originario.

I primi due tiri originali, dentro al camino profondo, con uscita piuttosto problematica per persone di grande stazza, e con la parete finale prima del buco a volte sporca di polvere e detriti (piuttosto impegnativa se non si è bravi in opposizione), si possono evitare. Dal Sentiero degli Onari, prima della settima galleria (o dopo la seconda in discesa se si arriva dal Passo omonimo), si scende per una decina di metri alla base della Placca Aperta, in corrispondenza dell’uscita dal buco. Da qui in poi, la via è tutta molto area ed esposta al sole del pomeriggio, con condizioni ottimali anche ad inizio o fine stagione, o quando sulla parete Est del Baffelan incombe la nebbia.

Come si capisce dal nome, assolutamente da non perdere il Pilastro Meraviglioso, ora attrezzato con una nuova sosta a circa 10 metri di altezza dalla partenza (cordone rosso), direttamente raggiungibile dalla sosta precedente (quella che esce dai camini/diedro) con una corda da 60 m. Con una lunghezza dalla nuova sosta si arriva al mugo di vetta del Pilastro.

Una relazione tecnica la trovate in questo link o sulle guide, acquistabili in rifugio:
Piccole Dolomiti e dintorni, Guido Casarotto, Cierre 2015
A un passo dal cielo, Arturo Franco Castagna, Antersass 2009